Catechesi Te & Tc 2021

Cari Genitori,

vi ringrazio della vostra pazienza in queste ultime settimane prima che potessimo stabilire una programmazione per così dire “definitiva” per la catechesi. Metto la parola definitiva tra virgolette e la pronuncio a bassa voce, perché come tutti ci siamo resi conto le circostanze possono cambiare in ogni momento, perché l’emergenza Covid-19 non è così passeggera come tutti speravamo con la riapertura dopo il lockdown. Siamo nel bel mezzo di un cambio di epoca! Non sono solo cambiate le nostre abitudini, ma è cambiato il paradigma sociale, cioè sono mutati i nostri modelli di rifermento, per cui si è reso necessario un adeguamento nel nostro stile di vita.

Mascherine, distanziamento sociale, igienizzazione sono le uniche armi per il momento a nostra disposizione per mantenere sotto controllo la curva dei contagi. Ciò però non deve scoraggiarci, anzi, dobbiamo accettare che le cose sono cambiate e in questo scombussolamento epocale attivare la nostra creatività – nello specifico per la parrocchia: la creatività pastorale – perché le nostre vite continuino a livello familiare, sociale e spirituale.

La chiusura e la riapertura delle attività parrocchiali e dei momenti liturgici ha fatto emerge però alcuni aspetti preoccupati nelle comunità cristiane: la frammentazione e dispersione dei fedeli e non sempre per motivi di paura. Come in tutte le parrocchie questo è successo anche a Martin Pescatore. Molti genitori hanno chiesto la ripesa della catechesi, ma il ritorno a Messa è stato quasi nullo. Inoltre, anche gli operatori pastorali sono rimasti in panchina chi per età e chi per motivi personali: in parole povere per il primo anno di catechesi della tappa eucaristica non ci sono catechisti, per il secondo e il terzo anno alcuni catechisti non sono più tornati in parrocchia; e, infine, il primo anno della Tappa crismale non ha catechisti. La terza problematica che si è presentata è la logistica, abbiamo pochi spazi che non permettono il distanziamento sociale per le attività. Il salone può contenere massimo 25 bambini ed i catechisti. È troppo piccolo e dovendo tenere aperte le porte per l’areazione in questo periodo invernale farebbe troppo freddo per sostenere gli incontri, ma ci stiamo muovendo per allestire un secondo salone più piccolo nella stanza prima della segreteria.

Queste situazioni però – come dicevo prima – non mi scoraggiano, ma sto pensando a come riaprire gradualmente alcune attività e soprattutto fare funzionare la convivenza di queste nel rispetto delle norme sanitarie vigenti.

La catechesi potrà continuare il suo iter nella consapevolezza che i primi catechisti sono i genitori, altrimenti ogni nostro sforzo ha un impatto troppo debole nella crescita spirituale dei bambini e dei ragazzi.

Per quanto concerne le Cresime rimaste sospese: per chi ha finito il percorso per la Confermazione, siamo ancora in attesa che venga stilato un calendario a livello vicariale per il conferimento del sacramento.

Tappa eucaristica 1Tappa eucaristica 2Tappa eucaristica 3
Tappa crismale ITappa crismale II

I commenti sono chiusi.