Avvisi 23 giugno

Messa di ringraziamento Prima Comunione
Tutti bambini che hanno fatto la Prima comunione nelle ultime due settimane sono invitati Domenica 24 giugno alla Messa delle ore 10.00 vestiti con il saio per una celebrazione di ringraziamento con tutti i compagni. Alla fine dalle Celebrazione Eucaristica sarà consegnato il ricordino.

Confessioni cresimandi e padrini
Venerdì 29 giugno alle ore 19.30 avrà luogo il rito penitenziale per i cresimandi e i padrini. Sono invitati al momento di preghiera i genitori per invocare lo Spirito Santo sui propri figli. A seguire vi saranno le prove con i padrini.

Cresime 2018
Sabato 30 giugno durante la Messa delle ore 18.00 verrà conferito il sacramento della Confermazione ai ragazzi della Tc2. Presiederà la celebrazione il delegato del vescovo Gianfranco Poli. I ragazzi dovranno stare prima in parrocchia secondo gli accordi presi con la fotografa.

Cambio orario luglio e agosto
Nel mese di luglio agosto le Messe seguiranno il seguente orario:
feriali e prefestive: ore 18,00
festive: ore 8,30 e 21.00, (12.30 messa polacca fino sospensione estiva)

Cambio battiti campane
In occasione del cambio orario varierà anche il suono delle campane:

feriale e prefestivo:
9.00 richiamo mariano apertura giornata,
12.00 richiamo all’Angelus,
17.00 inizio Santo Rosario,
17.30 inizio Vespri,
18.00 inizio Messa,
21.00 richiamo mariano chiusura giornata.

festivo:
08.15 richiamo Messa festiva,
08.30 inizio Messa,
12.00 richiamo Angelus,
(12.15 richiamo Messa polacca ,
12.30 inizio Messa polacca fino alla terza settimana del mese di luglio),
20.45 richiamo Messa festiva;
21.00 richiamo mariano fine giornata e inizio Messa festiva.

Prime Comunioni: preghiere dei bambini

Così ringraziano e  pregano i nostri bambini che hanno fatto la Prima Comunione. Che meraviglia!

Gioia di incontrare Gesù, ansia di sbagliare, felicità di condividere questo momento con i miei parenti. Io chiedo ai miei genitori di poter continuare il cammino con Gesù.

Affido al Signore la mia ansia e spero che la faccia diventare tranquillità. Spero che mia sorella, mia mamma, mio papà, mia nonna, mio nonno e tutte le mie zie e zii pregassero per me. Non vedo l’ora che arrivi il 17 giugno perché è il giorno in cui faccio la comunione. Sono super felice ed emozionata.

Io il giorno della comunione proverò molta ansia perché ho paura che durante la comunione mi scorderò le cose che dovrò fare. Invece la felicità perché sarà il primo incontro con Gesù.

Affido a Gesù la mia ansia per trasformarla in felicità e serenità.

Gioia, ansia perché incontro per la prima volta Gesù. Emozione, serenità, vorrei che tutti i miei parenti e compagni siano sereni.

Caro Gesù, il giorno della prima comunione vorrei provare tanta gioia e serenità. Vorrei essere tranquillo e contento di incontrare per la prima volta Gesù. Vorrei che tutti i miei compagni siano gioiosi quel giorno e portare la gioia a tutti i miei parenti, ma non solo quel giorno, ma tutti i giorni che prenderò la comunione.

Io penso che per la mia prima comunione proverò prima di tutto gioia ed eccitazione. Per la mia prima comunione chiedo un sostegno, cioè di portarmi ogni domenica in chiesa e farmi confessare più spesso.

Affido a Gesù la mia ansia, la mia gioia e la mia felicità e spero che i miei genitori e i miei familiari provano le mie stesse emozioni. Ho anche un po’ paura di sbagliare e sono molto emozionata.

Affido a Gesù le mie emozioni, come felicità ed ansia.

Caro Gesù, spero che il giorno della mia prima comunione gli invitati siano festosi, allegri e gioiosi. Spero che si divertano e sono sicura che mi divertirò anche io.

Caro Gesù, so che per me il giorno della comunione sarà molto importante, sarà una festa e ovviamente voglio continuarla e vorrei che voi vi comportaste come persone gentili, educate e carine perché io sono felice di avervi invitati. Quel bel momento vorrei passarlo con voi. Ciao.

Vorrei che i miei invitati stessero attenti e che ringraziassero le catechiste e Don Rudi per aver insegnato a tutti noi l’amore verso gli altri e verso Gesù. Vorrei che non si fermassero sulle cose materiali come i regali, ma che si fermassero sulla nostra crescita fisica, mentale e d’amore. Vorrei che i miei e gli altri invitati guardando queste lettere diranno: “Prenderò questo amore, cura d’esempio.

Gesù, sono molto ansiosa ed emozionata, non vedo l’ora che venga il giorno della mia comunione. Spero che gli invitati siano felici di venire. Sarà anche un giorno bello perché ti incontrerò, assaggerò il Corpo di Cristo, cioè l’Ostia. Ci vediamo alla Comunione.

Caro Gesù, manca davvero poco al nostro incontro. Sono molto emozionata, ma allo stesso tempo impaurita di compiere degli sbagli in un giorno così importante. Ma allo stesso tempo nel mio cuore c’è una grande gioia di incontrarti. Ma in questo lungo periodo di attesa sono stata sostenuta dai miei amici e soprattutto i miei genitori che non mi hanno mai abbandonata nei momenti di difficoltà. Quando sono ferma a non fare niente chiudo gli occhi e immagino quel giorno, anche se è presto aspetto quel giorno con gioia.

Il giorno della mia Prima Comunione credo che mi sentirò molto in ansia, ma non solo per pensare di sbagliare qualcosa, ma anche perché incontrerò Gesù per la prima volta, ma sarò allo stesso tempo molto felice e piena di gioia perché aspetto da tanto questo momento. Quel giorno vorrei che tutte le persone che vengono per me, mi sostengano e mi appoggino.

Cari invitati, vi invito a prepararvi ad accogliere Gesù in un giorno così speciale. Io non nascondo di avere un po’ di paura, ma sapendo di prendere Gesù mi rallegro. Spero di vedervi tutti per vedermi prendere il Signore e lasciarvi un segno d’amore e di pace.

Felicità, perché mi avvicinerò a Dio e a Gesù, ma paura di non riuscirci e sbagliare. Mi dispiacerà finire questo percorso e vorrei degli invitati che cantino e preghino con me.

Signore, ti ringrazio di farmi fare la Comunione con gioia e serenità.

Secondo me quando vai ad una festa, non hai bisogno che ti vesti elegante, ma andarci con voglia e essere contento che ti abbiano invitato e venire con gioia.

Signore Gesù, ti ringrazio di avermi fatto fare la Comunione assieme agli amici. Di avermi dato le catechiste più buone e brave di tutto il mondo.

Sono felice di fare la Comunione perché mi affido a Gesù e perché grazie a Lui ora conosco le catechiste che adoro da morire.

Grazie,che nel momento del bisogno sei vicino a me, anche se io…….anche se io qualche volta ti tradisco.

Perché è bello prendere l’Ostia ed il Corpo di Cristo e sono molto felice perché diventeremo una persona per bene e diventerò una parte di Gesù.

Gioia, perché è una cosa nuova da fare ogni domenica, prendere l’Ostia.

Caro Gesù, sono veramente onorata di fare la Comunione, perché sarà il mio primo incontro con te. Però ho molta ansia e sono veramente emozionata perché so che tu sarai accanto a me insieme alla mia famiglia e alle persone che saranno lì con me a sostenermi.
Affido a Gesù i miei sentimenti come: ansia e paura di sbagliare, e felicità.

Il giorno della mia Prima Comunione credo che sarò molto felice di incontrare Gesù. Avrei anche un po’ di ansia di sbagliare qualcosa. Ma non credo perché quest’anno ci siamo esercitati molto. Spero che questo incontro vada molto bene.

Caro Don Rudi, fa che il mio incontro con Gesù sia speciale.

Grazie Gesù, per don Rudi che ci ha mostrato la giusta via verso la fede e la pace e che ci ha raccontato tante storie che noi racconteremo a tutto il mondo.

Grazie Gesù, perché ci hai donato l’amore e la forza per vivere ogni giorno e per averci fatto capire quando stavamo esagerando.

Grazie Gesù, per averci dato una splendida famiglia, grazie per le maestre ed i parenti che ci hai donato. Ogni domenica che veniamo a pregarti, quando usciamo dalla chiesa ci sentiamo meglio.

Ti ringraziamo Gesù per il cibo che ci dai. In questi tre anni di catechismo abbiamo capito che l’unione fa la forza, e quanto è importante l’amicizia.

Grazie Gesù, per averci fatto capire cosa significa pregarti, e per questo splendido cammino con gli amici e le fantastiche catechiste che ci hanno guidato verso il tuo amore.

Avvisi 16 giugno

Tutti i bambini che hanno fatto la Prima Comunione il 9,10,16,17 giugno da noi,
sono invitati domenica 24 giugno a partecipare alla Messa di ringraziamento
alle ore 10.00 vestiti con il Saio. Durante la Celebrazione riceveranno il ricordino.

Festa della Carità

Si svolgerà domenica 17 giugno in piazza Ungheria, a Torvaianica, la prima edizione della “Festa della Carità”, a cura della Caritas della diocesi di Albano, diretta da don Gabriele D’Annibale. L’evento – in programma dalle 9,30 alle 17 – nasce per promuovere sul territorio i valori di amore e solidarietà, ma anche e soprattutto per far conoscere le tante opere di solidarietà che, spesso lontano dai riflettori, si realizzano nella diocesi di Albano.
Come luogo per la prima “Festa della carità” è stata scelta Torvaianica anche per rendere omaggio alla casa di accoglienza “Cardinal Pizzardo”, una delle opere segno della carità sul territorio della diocesi, nel 25° anniversario della sua costituzione.
L’evento di domenica 17 giugno vedrà l’allestimento di “Cantieri della solidarietà” (stand di associazioni da conoscere e promuovere), una visita alla casa di accoglienza con un gioco di ruolo “Venite e vedrete”, una mostra-percorso “Ciò che è invisibile agli occhi”, con foto, video e spazi di vita dei clochard, e un’esposizione di moto oltre a momenti di gioco, animazione, e un pranzo di beneficenza.